Storia

Bigiarelli1

La Storia della SS Lazio Atletica Leggera


A voi la storia: la Lazio Atletica Leggera compie 119 anni di vita, nata sulla panchina di piazza della Libertà, direttamente fondata da Luigi Bigiarelli e dagli altri otto pionieri che colorarono di biancoceleste un sogno. All’inizio del secolo scorso nacque e si sviluppò come società podistica, partecipando, ad esempio, nell’aprile del 1900 – come hanno accertato puntuali ricerche – ad una gara svoltasi nelle vicinanze di Roma, assicurandosi pure la vittoria della medaglia d’oro a squadre. Il peso della tradizione, pertanto, ha sempre accompagnato la Sezione antesignana della Lazio e di quella che poi sarebbe diventata la Polisportiva più ammirata d’Europa. Dopo stagioni di letargo, negli anni Trenta il leggendario Olindo Bitetti – uno dei custodi piu’ romantici del concetto di “lazialità” – gli ridiede vigore e passione, aprendo la Sezione anche alle donne.

Nel nome dello zio, Luigi Bigiarelli, negli anni Ottanta la Sezione iniziò ad essere curata dalla famiglia Pollini, storica discendente del fondatore per eccellenza della Lazio. Sarebbero state, quelle, le stagioni della svolta: mutò la denominazione sociale dal momento che nacque la Lazio Atletica Leggera. Si dilatarono anche gli orizzonti, le attese e gli auspici: non piu’ soltanto corse su strada ma pure su pista e country. La Sezione, nel corso degli ultimi anni, ha tesserato un numero sempre maggiore di iscritti: gli atleti e le atlete biancocelesti partecipano costantemente a gare provinciali, regionali, nazionali ed internazionali di atletica leggera e podismo. Presenze marcate sono state recentemente riscontrate anche ai nastri delle Maratone di New York e Berlino.

Una canottiera biancoceleste che sfreccia sotto il cielo: c’è la tradizione e un passato ultracentenario ad assistere idealmente ogni corridore della Lazio Atletica Leggera. La Sezione piu’ antica della Polisportiva.
Share via